I 600 euro per i lavoratori autonomi non verranno riscattati in un click-day

Indennità 600 euro no click-day Agenti Immobiliari

Il bonus Coronavirus è garantito: no all’erogazione a esaurimento

Nelle ultime ore è salito alla ribalta il tema dell’indennità di 600 euro per i lavoratori autonomi (Agenti Immobiliari compresi) prevista nel Decreto Cura Italia, perché si è paventata la possibilità di un click-day. L’ipotesi click-day è stata avanzata dall’INPS ma prontamente smentita dalla Ministra del lavoro Nunzia Catalfo. Niente “primo che arriva”, dunque: il bonus Coronavirus non funzionerà a esaurimento. Il governo ha garantito che i 600 euro per partite IVA, autonomi e professionisti non saranno riscattati in un click-day.

Indennità di 600 euro per gli Agenti Immobiliari: cos’è un click-day

Vediamo di chiarire cosa s’intende per click-day nel caso dell’indennità di 600 euro prevista anche per gli Agenti Immobiliari. Un click-day è una sorta di “giornata di gara”: una finestra temporale limitata a una data, dove chi è più veloce ottiene l’indennità di 600 euro sino a esaurimento dei fondi. La proposta di regolare il bonus Coronavirus di 600 euro una tantum per gli autonomi tramite click-day è venuta dal Presidente dell’INPS Pasquale Tridico. L’idea di Tridico era quella di condensare tutte le domande per l’indennità in un solo giorno, concedendole via-via secondo un principio cronologico: si parte da quelle pervenute per prime e si procede sino al termine dei soldi (dunque supponendo che non tutti riescano a ottenerli).

Ovviamente lo spunto dell’INPS ha trovato un netto contrasto da più parti, in primis le Associazioni di Categoria. Un click-day per l’indennità genererebbe una lotta iniqua, dove a essere svantaggiati sarebbero quelli con meno dimestichezza nelle procedure e con connettività più deboli. Il click-day per beneficiare del bonus Coronavirus di 600 euro è stato respinto dal governo.

Indennità di 600 euro per gli Agenti Immobiliari: niente click-day ma una finestra temporale

La Ministra Nunzia Catalfo ha smentito l’ipotesi del click-day per il bonus di 600 euro previsto anche per gli Agenti Immobiliari. Non dovrebbe esserci alcuna “gara di velocità” per ottenere l’indennità, ma con tutta probabilità verrà aperta una finestra temporale -limitata- entro cui presentare domanda. Il Dicastero ha precisato che “Non ci sarà nessun ‘click-day’: forniremo a breve la data a partire dalla quale tutti i cittadini che ne hanno diritto potranno iniziare a fare richiesta per ricevere gli indennizzi previsti dal Decreto Cura Italia

Una nota del Ministero chiarisce che “Le risorse stanziate dal Governo sono sufficienti a coprire l’intera platea dei beneficiari”, assicurando che ”Già da ieri insieme all’INPS stiamo lavorando per mettere a sistema, nel più breve tempo possibile, tutte le procedure necessarie per velocizzare l’iter di presentazione delle domande ed erogare gli aiuti previsti dal provvedimento, compresi gli ammortizzatori sociali”.

Indennità di 600 euro per gli Agenti Immobiliari: fondi stanziati e rinunce

Riguardo l’indennità di 600 euro molti Agenti Immobiliari si stanno domandando se i fondi siano sufficienti a esaudire la totalità delle richieste o ci dovranno essere delle rinunce. I calcoli condotti dimostrano che per il bonus una tantum destinato ai lavoratori autonomi, il Governo ha stanziato 2,16 miliardi a fronte di una platea di 4,8 milioni di potenziali beneficiari. Dal punto di vista matematico fanno 450 euro ciascuno e non 600. L’esecutivo si attende, però, una percentuale di rinunciatari – come chiesto dal Ministro dell’Economia Gualtieri in un’intervista pubblica.

Precisiamo che ad oggi non si conoscono le procedure per inoltrare le richieste. Verranno comunicate nei prossimi giorni.

Insomma, per ora gli Agenti Immobiliari possono stare tranquilli: niente click-day per riscattare l’indennità di 600 euro. Consigliamo i Professionisti del Real Estate di rimanere aggiornati, soprattutto tramite il filo diretto coi propri commercialisti, per capire tempi e modi per richiedere il Bonus una tantum previsto quando saranno resi noti.

Nel frattempo in Regold abbiamo attivato una scontistica speciale per il servizio di Firma Elettronica: un potente strumento che permette di firmare contratti e documenti a distanza, anche quelli che prevedono clausole vessatorie. La Firma Elettronica è una soluzione al rallentamento del lavoro e rappresenta una risposta alla continuità del flusso operativo. Capendo il momento delicato, abbiamo deciso di abbassare i prezzi per favorire tutti gli Agenti Immobiliari.

Vai a Firma Elettronica