Cancellazione segnalazioni

Verifica le segnalazioni nelle banche dati creditizie

Segnalazioni Crif e nelle banche dati creditizie

Per gli Agenti Immobiliari le segnalazioni nelle banche dati creditizie (come la celebre Crif) rappresentano un vero e proprio ostacolo. Anche per piccoli problemi o ritardi, un cliente può vedersi iscritto nel registro dei cattivi pagatori. Quando accade l'accesso al credito è precluso. Se un acquirente subordina l'acquisto di casa al mutuo ma il suo nome appare in Crif, il prestito non verrà concesso. Gli Agenti Immobiliari vedono così saltare la vendita e tutto il lavoro fatto si traduce in tempo perso. Quello delle segnalazioni bancarie, dunque, è una questione centrale nel processo di mediazione immobiliare, soprattutto perché spesso si tratta di segnalazioni non giustificate.

Sistemi di Informazione Creditizia (SIC)

Prima di concedere un mutuo per l'acquisto di un immobile, la banca effettua un controllo dello storico creditizio del richiedente. La storia dei rapporti di credito di un soggetto è nota nel circuito bancario attraverso i Sistemi di Informazione Creditizia (SIC), di cui il più noto è Eurisc che fa capo a Crif. Grazie ai SIC, gli istituti bancari e le finanziarie hanno a disposizione banche dati creditizie per verificare se un soggetto è solvibile. Con l'accesso allo storico del credito messo a disposizione da realtà tipo Crif, si può controllare se in passato il cliente ha pagato regolarmente il proprio debito, se ha avuto dei ritardi o se non l'ha onorato. Quello che effettuano i SIC è un calcolo probabilistico che permette o blocca la domanda di mutuo.

Segnalazioni Crif e problemi per l'Agente Immobiliare

Una segnalazione Crif (o di un'altra banca dati creditizia privata) rappresenta un problema per l'Agente Immobiliare. È quasi impossibile che un cliente ottenga un prestito per l'acquisto di un immobile se il suo nome appare tra quelli dei cattivi pagatori. Molte persone non sanno di essere segnalate, perché le cause dell'iscrizione in Crif possono essere legate anche a piccoli ritardi o mancati pagamenti di cifre ridotte. In certi casi la segnalazione è irrisolvibile e allora è meglio che l'Agente Immobiliare sappia subito di non poter concludere la mediazione. Se la vendita è subordinata al mutuo, non c'è speranza ed è meglio concentrare il proprio tempo verso clienti più affidabili. Ma in altri casi le segnalazioni possono essere risolte, permettendo all'acquirente di accedere nuovamente al credito. Regold ha progettato un servizio per i professionisti del Real Estate che li informa della situazione creditizia dei clienti e, quando è possibile, li aiuta a togliere le segnalazioni bancarie con un metodo certo.

Cancellazione segnalazioni di Regold

Con Cancellazione segnalazioni controlli e migliori la situazione finanziaria dei clienti. Uno strumento nelle mani dell'Agente Immobiliare, per aumentare le possibilità di vendita e incasso provvigioni. Grazie al servizio ottieni una relazione tecnico-legale che verifica l'iscrizione nelle banche dati creditizie. Interroghi CRIF e Banca d'Italia, oltre a richiedere visure di pregiudizievoli e procedure concorsuali. Così puoi prevedere il buon esito della richiesta di mutuo, riconsentire l'accesso al credito, oppure bloccare la trattativa senza perdere tempo. Cancellazione segnalazioni è la soluzione per far procedere in tutta tranquillità l'Agente Immobiliare verso il rogito.

Cancellazione segnalazioni: Vantaggi
  • Verifica la reale situazione finanziaria dei clienti
  • Riconsenti di accedere al credito
  • Aumenta le possibilità di vendita e incasso provvigioni
  • Ottieni una relazione tecnico-legale
Scopri le nostre offerte per il servizio di Cancellazione segnalazioni